Nel 2003 nasce a Castellaneta Marina la più fantastica e tecnologica discoteca d’Italia. Concepita come un anfiteatro romano coperto da una cupola metallica a protezione delle gradinate, Cromie ha stupito ospiti e artisti con una scenografia spettacolare composta da effetti luci e video assolutamente al di fuori di qualsiasi standard fino ad allora visto nelle discoteche.

In un territorio vinicolo ed agreste si erge una cupola in cui confluiscono le più innovative tecnologie architettoniche ed elettroniche; un gioco di luci e visual arts circumnaviga l’intera arena ed al mattino, quando la monumentale calotta emisferica si apre, il cielo stellato viene catturato e costretto ad entrare, con tutta la sua magnificenza, a far parte della scenografia del Cromie.

Questo è un posto per le grandi gigs musicali. 3000 persone riunite e coinvolte in questo sbalorditivo ambiente scenico non possono che aspettarsi di ascoltare l’avanguardia della musica elettronica in tutte le sue sfumature. Dalla nuova rivisitazione della house music, ritornata in ossequio ai desideri dei nostalgici, passando per la garage e la tech-house, fino ad arrivare alla Techno di Detroit.

I grandi nomi dello scenario mondiale della dance music, con orgoglio nostro, ma, pare, anche loro, sono saliti sulla consolle del Cromie ed hanno lasciato un segno, così come i djs di nicchia, conosciuti soprattutto dai cultori di una musica ricercata e raffinata, hanno avuto spazio nella forgia musicale definita dalle quattro mura del DonGiò, il privè undeground di ispirazione e tendenza newyorkese. Del resto anche la fetta glamour del popolo della notte può trovare qui il suo humus naturale. Sovrasta la pista, infatti, ed offre la panoramica dell”intero locale, il fashion privè FraNoi, che tra parquet, lussuosi divani ed intere pareti di vetro, dà vita ad un ambiente intimo e sofisticato.

Gli eventi